GLI ALBORI

Sul primo annuario del Giuoco del Calcio che venne pubblicato nella stagione sportiva 1926/1927 compaiono tre arbitri di calcio residenti a Massa Carrara. Essi erano Giulio ARDINI, che risiedeva in via Cairoli, Carlo MACCARONO in via Giardini e Pasquale PETRI in Via Pascoli più un aspirante arbitro di Carrara, Orlando ANGELOTTI.Cinque anni dopo il numero dei direttori di gara della zona si era triplicato, Si costituì nel 1932 un Sottogruppo che dipendeva dal Gruppo Arbitri di Pisa e che ebbe come responsabile Rodolfo ANDREANI, che abitava in via Vittorio Emanuele 2 a Massa Carrara.

Gli altri arbitri erano Aldo ANSELMI, che risiedeva presso l’Azienda Autonoma del Civico Mattatoio di Massa, Arnoldo BERTI, via Cairoli 8, Massa Carrara, Piero CURATOLO, Via Vittorio Emanuele 12, Massa Carrara, Luigi DANI, via del Forte 3, Massa Carrara, Carlo OBERTI, Via Marsala 2, Carrara, Walfrido SBRANA, via XX Settembre, Massa Carrara, Lamberto SEGHIERI BIZARRI, Via Garibaldi 10, Carrara ed Emilio TOGNOCCHI, via del Forte 8 Massa-Carrara. In una sessione d’esami che si tenne il 5 marzo 1933 vennero successivamente promossi Umberto BERNACCA, Secondo CRUDELI, Angelo VATTERONI, Attilio GIBELLINI, Luigi CORSI ed Andrea PACINI.

NASCE LA SEZIONE

Nel 1946 vennero sciolti i Gruppi e Sottogruppi, venne ricostituita l’A.I.A. e Carrara diventò Sezione, dopo che durante il difficle periodo durante la seconda guerra mondiale uno dei primi direttori di gara di Carrara, Angelo VATTERONI, riuscì a tenere compatto il gruppo degli arbitri carraresi, di cui facevano parte, tra gli altri, Carlo ALBERTI, Ettore GIBELLINI , Amodeo POLI ed Alessandro BORGIOLI.Le prime riunioni degli arbitri di Carrara si tenevano in quei primi anni in salette private presso il Bar Rebecchino o il Bar Vittorino, che era gestito dalla famiglia GIBELLINI.Il primo presidente della Sezione di Carrara fu Andrea PACINI e fino agli inizi degli anni cinquanta la sede venne ubicata in Piazza Accademia 2.

Nel 1951 ebbe termine la prima presidenza di Andrea PACINI e la guida degli arbitri carraresi passò ad Ettore GIBELLINI, che la tenne per soli due anni, in quanto la presidenza del 1953 ritornò ad Andrea PACINI.

ANNI ’60/’70

La sede degli arbitri si era intanto spostata in Via Lunense 10, in coabitazione con il Comitato provinciale della Lega Giovanile, di cui era presidente il Collega Angelo VATTERONI. La presidenza della Sezione passò nel 1962 a Mario DEL PAPA, che guidò per oltre dieci anni gli arbitri di Carrara e fu assegnatario del “Premio di Anzianità dell’A.I.A.”. La Sezione nel frattempo era notevolmente cresciuta per numero di associati, con sessioni di esami sempre più frequenti. Erano questi gli anni dell’exploit di Mario CARDELLI, giunto come arbitro fino alla serie C e passato poi per parecchi anni assistente alla CAN

Nella stagione 1972/73 la presidenza ritornò ad Ettore GIBELLINI, da diversi anni Delegato Tecnico presso il Comitato Provinciale di Massa Carrara della lega Nazionale Dilettanti, che si avvalse di un Consiglio Direttivo composto da Renzo BERTELLI, Alessandro BIANCHI, Mario CARDELLI, Luigi GAZZANELLI, Raffaele FALASCHI ed Attilio GIBELLINI.  In questi anni salirono agli onori delle cronache Giuliano DEL FIANDRA, alla CAN dal ’72 al ’74, Franco FUSANI, alla C.A.S.P. dal ’73 al ’77 e Bruno BORGIOLI, che lo seguì di un anno.

Luigi Gazzanelli Alessandro Bianchi

DAGLI ANNI ’80 AL 2007

Nel 1984 venne nominato nuovo presidente Raffaele FALASCHI.  Sotto la sua guida emerse la figura di Giuseppe CAPOVILLA, che diresse alla C.A.N.-C fino al 1986, trasferendosi successivamente alla sezione di Verona. FALASCHI resse la sezione per tre anni, prima di morire improvvisamente nell’estate del 1987. In quell’anno la sezione spostò la propria sede nel palazzo dell’ex Inail in Via BARTOLINI 10 e vi rimase fino a tutto il 1993, quando i fischietti di Carrara trasferirono la loro sede in Via Campo D’Appio 142, ad Avenza di Carrara.

FALASCHI venne sostituito da Mario CARDELLI, che guidò la Sezione fino al 1991, anno in cui la presidenza passò ad Alessandro BIANCHI che la tenne fino al 1998. Gli anni della presidenza BIANCHI furono tra i più gloriosi della storia della sezione apuana:in quegli anni la sezione salì alle cronache della Rivista “L’Arbitro” che pubblicò la notizia di un corso arbitri al quale parteciparono (cosa straordinaria considerando il periodo ) 5 ragazze, Francesca MUSETTI, Alessia GENNAZZETTI, e ben tre sorelle, Silvia, Barbara e Roberta MIROBALDO.

Dal 1998 al 2000 la presidenza della Sezione passò a Riccardo GNETTI, seguito nel 2000 da Edoardo AMBROSINI.

Mario Cardelli Riccardo Gnetti Edoardo Ambrosini

I GRANDI TRAGUARDI

Quello fra il 1990 e il 2000 è stato un decennio ricco di grandi soddisfazioni per la nostra sezione, a cominciare dalla promozione di Francesco Bellè alla Can-C come assistente e la sua partecipazione alla semifinale di Coppa Italia Milan-Juventus, col ruolo di quarto ufficiale di gara. Sempre in questi anni si registra la presenza di Lorenzo FURIA come arbitro alla CAN-D e di Lorenzo CIARDELLI arbitro alla CAI.

Per tre campionati consecutivi la sezione ha contato su ben tre assistenti alla Can-C contemporaneamente: Domenico Caracciolo, Luigi Vinciguerra e Giuseppe Lieti, questi ultimi due rimasti in organico per cinque anni  e impegnati spesso in partite di grande prestigio e difficoltà. Vinciguerra è stato designato per una finale di Coppa Italia.

Due arbitri ai massimi livelli anche nel calcio a 5: dopo una lunga carriera come arbitro di calcio a 11 arrivata agli , Fabrizio Molignoni ha intrapreso la carriera nel futsal che lo ha portato a dirigere gare di serie A per dieci anni. Nel 1998 è approdato ai ruoli nazionali di calcio a 5 anche Edoardo Ambrosini che si è ritagliato a sua volta uno spazio molto importante arrivando a dirigere finali di Coppa Italia e la finalissima per l’assegnazione dello scudetto, oltre a numerose partite di play-off e play-out della massima serie.

Sempre in questo periodo il passaggio degli assistenti Manuel BUTTINI e Mario CECCARELLI alla CAN-D, dove rimasero per 4 anni a partire dal 2005, e di Marco Corso, transitato alla CAN-D nel 2006 come assistente e da qui in CAN-PRO, ora dismesso.

E non sono mancate le soddisfazioni anche nel calcio femminile: prima Bernardo Tonazzini poi Gianluca Parducci sono arrivati a dirigere partite di serie A.

Giuseppe Lieti Manuel Buttini

DIFFICOLTA’ E RINASCITA

Nel 2004 viene eletto presidente Lorenzo ULIVI, che si prodiga affinchè la nostra sezione trovi uno spazio proprio, e si attiva nel trovare contatti presso il comune di Massa perchè possiamo finalmente avere una “casa” tutta nostra. ULIVI rassegnerà però le dimissioni, per motivi personali, nel Settembre 2007. Segue un periodo difficile per la sezione, che va addirittura vicina a subire l'”onta” del commissariamento, evitato per un soffio grazie all’impegno profuso dagli associati Emilio PAVONE, Mario MARCHI e Franco FUSANI. Si registra la reggenza di Franco FUSANI fino al termine della stagione sportiva 2007/2008.

E’ stato in questa stagione che la sezione ha saputo trovare al suo interno le personalità e le forze necessarie a risorgere. A inizio 2008, sulla spinta del Consiglio Direttivo, all’interno del quale cominciava ad emergere la figura di Gianluca PARDUCCI, la sezione si trasferì nella sua sede  di via Bondano 42, a Marina di Massa. Si tennero nel mese di Giugno 2008 le elezioni del nuovo presidente, vinte per un pugno di voti dal già citato PARDUCCI sullo sfidante Massimiliano FRASSON.

Dalla successiva stagione sportiva fino ad oggi, la presidenza PARDUCCI ha dato nuovo lustro alla sezione, coinvolgendo i più volenterosi nella gestione degli affari sezionali (a questo proposito non può mancare una doverosa menzione al lavoro del delegato tecnico Emilio PAVONE, vero e proprio stakanovista della sezione e fido collaboratore del nuovo presidente) e seguendo i giovani arbitri in maniera costante.

Gli effetti del lavoro di PARDUCCI e della sua squadra ottengono di quadruplicare la presenza di arbitri a livello regionale nel giro di tre anni e permette alla nostra sezione, di vantare nuovamente credibilità in ambito nazionale (da segnalare due visite presso i nostri locali del presidente dell’AIA Marcello NICCHI tra 2009 e 2010).
A gennaio 2011 si sono tenuti gli esami di uno dei corsi arbitri più frequentato della storia della sezione, con una ventina di nuovi associati in un solo colpo.

Tre veterani della sezione: Franco Fusani, il compianto Aldo Sgadò e Irmo Barbieri

DA MARCHI A TESTAI

​Nel 2012 si chiude il periodo di gestione della sezione da parte del vicepresidente Mario Marchi e, come ogni anno olimpico, si torna a votare: dalle urne esce l’elezione di Maurizio Testai unico candidato in corsa.
​Ex assistente e osservatore in regione, di professione assicuratore, il neo-presidente  inizia subito una politica di rinnovamento e rafforzamento della sezione che porta all’ingresso  nella forza arbitrale di tantissimi giovani. Fiore all’occhiello è il corso-record con 33 partecipanti (fra i quali tantissime ragazze), il più numeroso di tutta la Toscana: non male per una sezione considerata fra le ‘piccole’….
Quantità ma anche tanta qualità come testimoniano la crescita di molti giovani arrivati a calcare le massime categorie regionali: è il caso di Canci, Cerioli, Cavallini (Eccellenza) e Perlamagna (Promozione), lo stesso Canci viene inserito nel progetto Uefa Talent insieme Puvia per il calcio a 5, due traguardi di grande rilievo.
E dopo tanti anni nel primo quadriennio con Testai alla presidenza la sezione di Carrara torna ad affacciarsi in ambito nazionale a distanza di molte stagioni: Alessandro Rosami e Luca Caldi passano alla Cai, dopo due anni a dirigere l’Eccellenza in tutta Italia il primo ottiene la meritata promozione alla Can D insieme a Francesco Laganà come assistente.
A Stefano Puvia, arrivato all’Eccellenza nel calcio a 11, bastano solo tre anni per passare dai campetti della Serie D regionale di calcio a 5 alla promozione Can 5 dove andrà ad arbitrare partire di respiro nazionale: con questo importante traguardo la sezione torna finalmente a calcare il mondo del futsal nazionale dove alcuni anni fa Fabrizio Molignoni ed Edoardo Ambrosini avevano hanno toccato  i vertici arrivando a dirigere finali scudetto e finali di Coppa Italia.

Mario Marchi Maurizio Testai Daniele Cavallini

NEL RICORDO DI EDOARDO

Dal 2012 la sezione organizza a fine stagione il torneo intitolato a Edoardo Muttini, indimenticato collega scomparso a soli 18 anni il 23 giugno del 2012 in un incidente stradale. Arbitro da pochi mesi, Edo era riuscito a conquistare tutti con la sua grande passione che lo aveva portato ad arrivare velocemente al debutto negli Juniores. E il torneo in sua memoria col passare degli anni è diventato sempre di più un momento di grande emozione per tutta la sezione e i colleghi provenienti dalla Toscana e altre Regioni.
Nel 2016 un’altra importante novità col trasloco della sezione dai locali di Marina di Massa a quelli della ex scuola elementare di Fossone messi a disposizione dal Comune di Carrara: sono gli stessi associati, giovani e meno giovani, a farsi carico di pulire i nuovi uffici, dipingerli portare tutto il materiale da Marina di Massa a Fossone. Il risultato è una sezione bella, ampia, dotata di una grande sala riunioni in una struttura che già ospita alcune associazioni locali.

LA ‘TERNA DEI RECORD’
Nel 2016 è arrivata la riconferma di Maurizio Testai alla carica di presidente, l’addio all’arbitraggio ‘sul campo’ di veterani del calibro di Luigi Vinciguerra (2077 partite in carriera…), Edoardo Ambrosini ed Emilio Pavone che hanno chiuso dirigendo insieme una gara del torneo di Montignoso, stabilendo il record della terna più anziana con oltre 150 di età complessiva.  
Nelle ultime tre stagioni la sezione di Carrara è tornata ad affacciarsi in ambito nazionale con le promozioni nel 2016 di Stefano Puvia alla Can 5, nel 2017 di Daniele Cavallini alla Can D come assistente, Matteo Canci e Lorenzo Ciardelli alla Cai rispettivamente come arbitro e osservatore.
Alla fine della stagione appena conclusa altre tre promozioni: Canci e Ciardelli sono saliti in Can D dopo una sola stagione alla Cai, Simone Fantoni è invece approdato alla Can 5. Insieme ai confermati Cavallini e Puvia, salgono a 5 gli associati  ‘nazionali’  della sezione di Carrara.

Vinciguerra, Ambrosini, Pavone

LE CURIOSITA’

Il decano degli arbitri apuani è Luigi GAZZANELLI, tesserato dal 1950 e transitato tra gli arbitri benemeriti già nel lontano 1973: nel giugno del 2019 ha ricevuto un riconoscimento per i  suoi 70 anni nell’Aia, nel corso delle festa sezionale.
Maurizio CECCONI e Lorenzo CIARDELLI sono gli unici associati della sezione ad aver arbitrato all’estero: Cecconi  in  Svizzera, Ciardelli in un torneo internazionale in Olanda
La sezione è intitolata a GIORGIO LAZZAROTTI, un giovane collega scomparso improvvisamente a seguito di un malore che lo colse nel corso di una gara in cui era impiegato come assistente; dal 1985 gli è stato intitolato un importante premio che si assegna ogni anno al miglior assistente della sezione.
L’associato Luigi VINCIGUERRA è l’unico Arbitro italiano ad aver diretto più di 2.000 gare, ben 2073, nel corso della sua carriera.

GLI OSPITI A CARRARA
Nel corso degli anni  la sezione di Carrara ha ospitato colleghi di fama nazionale e internazionale come Pierluigi Collina (in due occasioni), Daniele Orsato, Massimiliano Irrati, Massimiliano Velotto, Sebastiano Peruzzo, Riccardo Pinzani, il compianto Claudio Pieri (ospite in una lezione speciale a Carrara quando era a capo della Can D) e in tempi più recenti  Fabiano Preti  e Riccardo Di Fiore (assistenti internazionale), Daniele Chiffi e Federico La Penna, arbitri della Can B entrambi freschi di promozione nella massima serie, Nicolò Baroni della Can-B. L’ospite nazionale per la stagione 2018-2019 è stato Livio Marinelli della sezione di Tivoli, arbitro in forza alla Can-B.
La sezione di Carrara ha avuto anche l’onore di ospitare la  terna internazionale portoghese designata per la partita amichevole Italia-Inghilterra Under 21 giocata nell’autunno 2002 allo stadio di Carrara (risultato 1-0 per gli azzurri con gol di Marco Borriello): l’arbitro Paulo Paraty Silva e i suoi assistenti hanno fatto una breve visita ai colleghi apuani nel corso della Riunione tecnica, dopo una giornata passata a visitare la città e le cave accompagnati da alcuni componenti della sezione. Alcuni anni dopo grande è stata la commozione fra gli arbitri apuani alla notizia della prematura scomparsa di Paulo Paraty, avvenuta nel maggio 2016 a soli 53 anni.

Daniele Chiffi con Maurizio Testai La visita di Riccardo Pinzani a Carrara

I NUMERI DELLA SEZIONE

Per la stagione agonistica 2019-2020 (dato aggiornato al 3 luglio 2019) la sezione di Carrara può contare su un totale di 108 associati dei quali 73 hanno la qualifica di  arbitro, 21 di osservatore, 12 arbitri di benemerito e 2 arbitri di calcio a 5. Gli arbitri  a disposizione dell’Ots sono 55, 12 quelli impegnati a livello Cra, uno in serie D, due alla Can5. Sette gli assistenti nei campionati regionali, gli osservatori sono invece 25 di cui uno alla CanD, 5 all’Otr (di cui uno nel calcio a 5) e 19 nell’organico Ots